Chiara Daino
CORPI DI CARTA CHIARA
SIETE DEI SIETE DEI
Il Leggio
2016, Romanzo
L'Arte del Ragno L'ARTE DEL RAGNO
Lulu.com
2015, Versi
Al Pubblico Nemico AL PUBBLICO NEMICO
Lulu.com
2014, Romanzo
Siamo Soli [morirò a Parigi] SIAMO SOLI [MORIRÒ A PARIGI]
Zona Editrice
2013, Romanzo
L'Eretista L'ERETISTA
Sigismundus Editrice
2011, Romanzo
Lupus Metallorum LUPUS METALLORUM
Lulu.com
2011, Opera Martire
Metalli Commedia METALLI COMMEDIA
Thauma Edizioni
2010, Poema Borchiato
Virus 71 VIRUS 71
Aìsara Edizioni
2010, Versi
La Merca LA MERCA
Fara Editore
2006, Romanzo
Blog



Chiara Libre Estratto da Chiara Libre
09 Aprile 2008 16:50:52




crea un rogo lontano mille miglia:
sia luce per la lunga via – indice
che segni la mia strada: verso casa.

cavalco una cometa. la mia scia resta
con forza. di pietra. il silenzio – pesa.

sfido il mondo e prendo tutto – quanto
può dirsi: dono. alle volte il cuore cede

nato per porre piede controvento
nato per le note: l’eco del mio nome…
e non importa mai – dove –, sono nato
per restare. da solo

SOPPORTA! E CONTESTA!

vivi la via: «solo sentire»
sempre una sfida. un’altra.
per me: la morte non porta paura

SOSTIENI! E CONTRASTA!

voce – per dire: il provato
chi è nato col cuore in forgia
di ferro puro – non corrotto

brucia il ponte alle tue spalle
non cedere –spazio alla fuga
la rotta verso casa è a senso unico

chi deride, chi affolla il varco
e si taglia la gola, l’un l’altro,
come neve sciolta – sfuma

ai loro occhi saremo sorti
noi: con le pupille in fiamme!
e allora: chine le loro teste
vili e deposti i loro cuori

noi – a ridere – dei loro scudi
di sensi. loro a cedere – a carponi.
e sarà chiaro per tutti. sarà chiaro:
questi cuori: sono stati. fusi e saldi:
Metallo. Troppo duro da spezzare

Troppo duro per essere – stretto


C.D. [da Lupus Metallorum, Heart of Steel, Manowar]





È un barbarico YAWP. Nella mole di merda – che non concima, che concia il male, che eterna esterna: un barbarico YAWP è bilancia. Lago mai fermo: goccia a goccia. Grazie alla Grazia. Ci sono, ci siamo: nidi di mani. E per tante, troppe [male dette, scritte peggio] esperienze, da non esperire! – c’è chi: abbraccia e aiuta. È oggi che si ride: e si rende felice. Per le parole di lettere private, per il continuo cordone – che lega alla vita. E stringe un nodo. Non più cappio, non più forca. La rete resa: salva, suona. Un barbarico YAWP a Lui che Muove [rivolta], al Lui che Sa [ancora gli Angeli], alle labbra di chi Puro Brilla the bite’s way.
E a te, è oggi: che si sente. Amico Daniele.
Il punto che ferma: l’Italia che sogna.





Maggiori dettagli...


Share/Save/Bookmark




ChiaraDaino.it © 2011

ARCHIVIO STORICO

09 Aprile 2008 16:50:52
22246032 LAMA AL CUORE


07 Aprile 2008 12:10:45
PENTHESILEA (nel delirio di Artaud)


07 Aprile 2008 04:17:38
ANGEL OF HARLEM


Vedi tutti...