Chiara Daino
CORPI DI CARTA CHIARA
SIETE DEI SIETE DEI
Il Leggio
2016, Romanzo
L'Arte del Ragno L'ARTE DEL RAGNO
Lulu.com
2015, Versi
Al Pubblico Nemico AL PUBBLICO NEMICO
Lulu.com
2014, Romanzo
Siamo Soli [morirò a Parigi] SIAMO SOLI [MORIRÒ A PARIGI]
Zona Editrice
2013, Romanzo
L'Eretista L'ERETISTA
Sigismundus Editrice
2011, Romanzo
Lupus Metallorum LUPUS METALLORUM
Lulu.com
2011, Opera Martire
Metalli Commedia METALLI COMMEDIA
Thauma Edizioni
2010, Poema Borchiato
Virus 71 VIRUS 71
Aìsara Edizioni
2010, Versi
La Merca LA MERCA
Fara Editore
2006, Romanzo
Blog



Genovatune Estratto da Genovatune
27 Aprile 2006
I genovesi Palconudo, in pochi anni, ne hanno fatta di strada: testi poetici, arrangiamenti delicati ma al contempo forti di emozioni, fanno di questo gruppo una piccola perla nel panorama del cantautorato genovese. Genovatune ha incontrato Marco Pantella (autore, chitarre e percussioni), portavoce del gruppo, anima grande in un corpo esile.

I natali dei Palconudo?
E' un progetto che ho fortemente voluto: l'incontro artistico, con Elisa (voce N.d.R.) prima e con gli altri membri a seguire, ha fatto si' che nel gennaio 2001 l'idea prendesse vita. Palconudo perche' e' la musica a vestire il palco.

Citandovi, attraverso la musica che cosa "Si capisce si disprezza o si dimentica"?
Attraverso la musica si capisce che l'uomo e' un animale musicale, completamente suscettibile ai suoni che, volenti o nolenti, ci fanno entrare in una vibrazione, bella o brutta che sia; si disprezza l'attuale situazione radiofonica che diffonde, consapevolmente, contenuti piccoli che ci fanno restare piccoli e si dimentica il modesto sottofondo sonoro del quotidiano perche' il suono lo offusca

Dove affondano le radici dei testi, impegnati e toccanti, e a quale ti senti piu' legato?
E' come chiedermi a quale figlio voglio piu' bene!? Dovessi scegliere, ti direi La danza dell'illusione: testo pianto, sviscerato e molto pensato? Assorbiamo idee e rime tanto dalla tradizione poetica quanto dalle parole del vissuto, evitando banalita' abusate tipo cuore/amore/mare/sole?

Il vostro intento e' colpire alle viscere o insinuarvi come un'eco in chi vi ascolta?
Sicuramente diventare Eco... Ed Eco scrivilo maiuscolo, mi raccomando (in riferimento al mito di Eco e Narciso N.d.R.)...

I Palconudo fra vent'anni?
Grazie per l'augurio! Viste le idee in fieri, speriamo almeno nel quinto disco e che l'insieme di buone capacita' e guizzi geniali che ci legano possano culminare in una sintonia totale

Un messaggio ai vostri fan?
Ci commuove e ci sospinge l'affetto - mai sperato - di chi capisce, condivide e ci segue?

Nel 2001 i Palconudo vincono nella categoria esordienti, con La danza dell'illusione, il concorso nazionale I migliori che abbiamo indetto in memoria di Fabrizio De Andre', esibendosi al Teatro Carlo Felice insieme a Vinicio Capossela, Cristiano De Andre', Loredana Berte', Enzo Jannacci, Enrico Ruggeri e molti altri artisti; nel 2004 vincono il concorso L.Italy Music Festival, gara tra band genovesi che mette in palio l'incisione di un cd - demo in uno studio professionale; nel 2005 partecipano al Festival Internazionale di Poesia di Claudio Pozzani nell'ambito della competizione musicale che si tiene a Camogli e la giuria assegna loro il premio Miglior testo per la canzone Nel momento; nell'ottobre 2005 partecipano, superandole, alle selezioni per Music Village, manifestazione che si propone di selezionare band del panorama italiano al fine di metterle in contatto con varie etichette discografiche e nel marzo 2006 partecipano a Macerata alle semifinali del Festival di Recanati.

A tutto questo, pero', Marco non fa cenno e ritorna ad esprimersi con Stefano Bolchi, Max Carretta, Elisa Castelli ed Emi Cioncoloni. In una parola, in una vibrazione: Palconudo.
Maggiori dettagli...


Share/Save/Bookmark




ChiaraDaino.it © 2011

ARCHIVIO STORICO

27 Aprile 2006
Tanti auguri Little Italy


27 Aprile 2006
Palconudo


Vedi tutti...