Chiara Daino
CORPI DI CARTA CHIARA
SIETE DEI SIETE DEI
Il Leggio
2016, Romanzo
L'Arte del Ragno L'ARTE DEL RAGNO
Lulu.com
2015, Versi
Al Pubblico Nemico AL PUBBLICO NEMICO
Lulu.com
2014, Romanzo
Siamo Soli [morirò a Parigi] SIAMO SOLI [MORIRÒ A PARIGI]
Zona Editrice
2013, Romanzo
L'Eretista L'ERETISTA
Sigismundus Editrice
2011, Romanzo
Lupus Metallorum LUPUS METALLORUM
Lulu.com
2011, Opera Martire
Metalli Commedia METALLI COMMEDIA
Thauma Edizioni
2010, Poema Borchiato
Virus 71 VIRUS 71
Aìsara Edizioni
2010, Versi
La Merca LA MERCA
Fara Editore
2006, Romanzo
Blog



Facebook Estratto da Facebook
29 Maggio 2013 18:18:00
«What’s in your bed? In your bed...
Zombie, Zombie, Zombie!».


Sì, i miei amici sono sempre simpaticissimi! E, riadattando per l’occasione The Cranberries, mi perseguitano da settimane intonandomi questo «allegro motivetto». Premesso tutto il mio Amore per Eddie The Head, agli zombie ho sempre preferito i vampiri [quelli serii, quando ancóra esistevano Autori, Attori e Registi. Prima dell’Impero dei Centri Estetici, prima che tutti passassero al lato oscuro di David Sith Beckham]...
E una preferenza, si sa, è una buona premessa – ma non una promessa: d’immunità. Ed eccomi vittima della «maledizione di Romero»: accerchiata da zombie per anatema d’un poeta arcadico indispettito dal Metallo! Alla ricerca di un antidoto miracoloso [orrorifici zombie che tentate mangiarmi il cervello senza neanche pagare il pasto consumato: venderò caro ogni mio ganglio!], per risparmio di tempo, favorii il medico al magico e m’illuminai di Paracelso! Problema risolto: io sono un magnete patologico e attiro bipedi affetti dalla Sindrome di Cotard [detta anche "le délire de négation", è una sindorme psichiatrica caratterizzata dalla convinzione illusoria di essere "morti", di avere perso tutti gli organi vitali o tutto il proprio sangue; gli individui che ne sono affetti negano di avere parti del corpo, come il cuore].

Tuttavia: grattugiai le animelle dei miei consanguinei non studiando medicina e non intendo vivere da terapeuta volontaria onde curare stratominchia di passivi-aggressivi colpiti da delirio di negazione che, incapaci di dimostrare i propri sentimenti e di realizzarsi, usano mezzucci di evasione come il rinvio, l’inefficienza e la dimenticanza per incolpare silenziosamente gli altri – covando rancore e sdegno.
Non intendo curarli e neanche capirli, debbo solo imparare a: riconoscerli. E serrare la porta, sbarrare il passo, chiudere il cerchio: A Perfect Circle! Passive [per pareggiare].


«Morto come un trapassato»

il Dottore non ha dubbi in merito
ma non posso assecondarlo
perché animo il guerriero
di un tempo illuso e remoto.

Convinto io credo nell’attributo:
sei vivo quanto basta per l’assalto,
perfetto come nemico perfetto.

Sveglia! Guerriglia!

Non simulare la morte in vita
perché potrei partire, presto dire
«solo tu: mi deludi».

Forse è la soluzione migliore:
dall’alto rivelarti così basso,
catatonico corpo congelato.
Catturo lo scarto di un riflesso:
qualcosa che non ti rese Qualcuno.

Ognuno è in diritto di lotta,
ma hai scelto tu di non essere.
Il mio nemico degno.

Sveglia!
[Cosa t’inchioda?]
Guerriglia!
[Vieni: all’arma!]

Il morto deve fare il cadavere?
La giocante gioca quello che vuole,
ma hai sbagliato il ponte, le carte.

La morte non recita
chi scrive non esita
[non giocare all’ombra]

non puoi fingerti larva muta
ché la parola è una *partita*:
allungo il passo sono lontana
dalla delusione decorativa
che maschera la tua impotenza.

Tu continua pure a simulare
le greche di una morte apparente,
salmodiante sovrano delle salme.

[Testa d’ariete!]
Amaro ingravida il tuo nome.
Sagitta retta la parte del carcame,
ovatta il polmone, non respirare;
indifferente insensibile inanime
imperterrito imbelle impassibile...

Ma l’orgoglio non è impermeabile
ed io so Bene dove grandinare
l’acuto – che questo lo puoi sentire:
il dolore delle domande – retoriche.
Perché non mi guardi?
Perché non ti schieri?

Perché sei una mummia di stronzate.
Passive-aggressive.

https://www.youtube.com/watch?v=vFw9fHN6Bhc



Maggiori dettagli...


Share/Save/Bookmark




ChiaraDaino.it © 2011

ARCHIVIO STORICO

29 Maggio 2013 18:18:00
LA SINDROME DI COTARD [o: della maledizione di Romero]


07 Maggio 2013 09:25:33
MARRALE, METALLO, MUSICAL: SOLO TU!


01 Maggio 2013 16:00:00
NELL’ERA DI MARRALE: AI PIEDI DI ELVIS! [ANCHE QUESTO È LAVORO]


Vedi tutti...