Chiara Daino
CORPI DI CARTA CHIARA
SIETE DEI SIETE DEI
Il Leggio
2016, Romanzo
L'Arte del Ragno L'ARTE DEL RAGNO
Lulu.com
2015, Versi
Al Pubblico Nemico AL PUBBLICO NEMICO
Lulu.com
2014, Romanzo
Siamo Soli [morirò a Parigi] SIAMO SOLI [MORIRÒ A PARIGI]
Zona Editrice
2013, Romanzo
L'Eretista L'ERETISTA
Sigismundus Editrice
2011, Romanzo
Lupus Metallorum LUPUS METALLORUM
Lulu.com
2011, Opera Martire
Metalli Commedia METALLI COMMEDIA
Thauma Edizioni
2010, Poema Borchiato
Virus 71 VIRUS 71
Aìsara Edizioni
2010, Versi
La Merca LA MERCA
Fara Editore
2006, Romanzo
Blog



Chiara Libre Estratto da Chiara Libre
02 Dicembre 2008 01:27:25


È molto difficile per un uomo credere abbastanza energicamente in qualcosa, in modo che ciò che crede significhi qualcosa, senza dare fastidio agli altri

Ezra Pound




Credere.
È Voce? È Verbo? È Volontà? Credere è. Il verso – imperativo. Chi crede a chi? Chi non crede a chi? Provare per credere? Vedere per credere? È questione di fede. E quale senso sacro? Quale religione? È una scelta personale. E si sceglie. Anche di affrontare, di vivere la vita come un affronto.
Abbiamo bussato: alle porte del Paradiso. Abbiamo bussato: alle porte dei Potenti. Abbiamo buscato. Noi non abbiamo mai smesso. Di credere e farci colpire. Noi che non riusciamo [ quasi mai ] a farci capire, a farci aprire: porte e permessi. Per essere: altro. Per resistere: oltre. Noi siamo una persona plurale di singoli decisi a destinarsi: un futuro diverso. Un futuro nostro. Ora che il vostro divide et impera perde presa? Ora che vi divora: una generazione grave, una generazione gravida di giustizia. Ora: come seccate i secondi? Come a Sparta? Come vi liberate dei figli scomodi, dei figli diversi, dei figli malati? Come sistemate i figli che non si sistemano nel sistema?
Contro ogni previsione, contro i molti mulini, contro tutte le mafie: siamo cresciuti. Uniti. Illusi e delusi. Siamo ancora qui. A fare famiglia. A fare. A dire. La nostra parola precisa e piena. Argine comune – alle lacrime, ai lividi. Noi siamo chi: si aiuta. Chi affonda: due dita nella gola dei vostri governi, dei vostri giudizi. Perché la parola violenta e forza le vostre prigioni.
Avete auspicato: il peggio per i posteri. Abbiamo un augurio: un solo. Lunga vita! Lunga vita a Voi! Ve l’hanno detto mai? « NON giudicare il dramma prima che sia finito[1] »… Ve l’hanno detto mai? C’è chi crede. C’è chi è. E continua a credere. A chiamare: fratello e sorella. Un futuro solido. Il nostro. Negando e negati, siamo ancora qui. Abbiamo fuso: arti e parti. Abbiamo fuso: le vostre catene. Abbiamo fuso: fuori orario. È troppo tardi. Siete fuori tempo massimo. Per fermarci.
Per fermare: i bimbi con le borchie.


EVASI NEL NULLA[2]




La peste nelle pupille:
la morte è – la nostra
scorta.

Lungo strade lorde di sangue
convoglia il suo pasto: e parte
dalla polpa – ci divora dentro
caria le costole, erode le ossa…

Come possiamo essere
[ al sicuro e lontani ]
come possiamo correre
ora che il vuoto annulla
i nostri polmoni – pieni
[ di deserti e digiuni ]?


Siamo sommersi
nei rifiuti rimessi
solo per noi, nei
riflussi di vomito
emesso solo per…

Noi siamo sepolti
[ nel delta di bava ]


Sangue e crampi e nulla
[ da aggiungere ]
e allora perché – dimmi
perché – siamo costretti
[ e condannati ] a morire?




evasi nel nulla
persi nel vuoto





vedo il mio viso riflesso
nel retro dello specchio
il mio volto cade: rovina
e frana: cascate di carne
piena di vermi – di larve

macello il muscolo marcio
e lo rendo – poltiglia rossa:
spremo il cuore con le dita
fino a farne frattaglie fulve


non posso fregare la morte
non posso aiutarmi a vivere
chi/cosa mi spinge alla fuga?


Non sono io – il colpevole
mi hai mostrato il peggiore
modo possibile: la pessima
strada che segue la vittima

[ tutto questo perché sei tu
la mia vittima – la prossima ]


[ un colpo di ciglia – e contagio


incubo nel nulla
riparo nel vuoto
a pieni polmoni
la pupilla – porta


la peste ]


http://www.myspace.com/lupusmetallorum3



Thanks to: Daniele Assereto, Marco Turco, Francesco Bianco, Daniele Ferrero, Carlo Barreca, Andrew Mc Pauls, Wild Steel, the Whole Varka, all my burning brothers, all my scarlett sisters. Beloved Believed!]






Chiara

[1] Sir John Davies
[2] Escape To The Void, Sepultura

Maggiori dettagli...


Share/Save/Bookmark




ChiaraDaino.it © 2011

ARCHIVIO STORICO

02 Dicembre 2008 01:27:25
MULTUM… VIVA VOX FACIT


25 Novembre 2008 23:08:40
METALHOOD/METALMOOD


03 Novembre 2008 05:39:00
SCUSATE SE SONO


Vedi tutti...