Chiara Daino
CORPI DI CARTA CHIARA
SIETE DEI SIETE DEI
Il Leggio
2016, Romanzo
L'Arte del Ragno L'ARTE DEL RAGNO
Lulu.com
2015, Versi
Al Pubblico Nemico AL PUBBLICO NEMICO
Lulu.com
2014, Romanzo
Siamo Soli [morirò a Parigi] SIAMO SOLI [MORIRÒ A PARIGI]
Zona Editrice
2013, Romanzo
L'Eretista L'ERETISTA
Sigismundus Editrice
2011, Romanzo
Lupus Metallorum LUPUS METALLORUM
Lulu.com
2011, Opera Martire
Metalli Commedia METALLI COMMEDIA
Thauma Edizioni
2010, Poema Borchiato
Virus 71 VIRUS 71
Aìsara Edizioni
2010, Versi
La Merca LA MERCA
Fara Editore
2006, Romanzo
Blog



LiveUs Estratto da LiveUs
28 Aprile 2015 09:19:35


Adam Kadmon mente. E occulta e svicola. Il Massone Illuminato che ci plagiò TUTTI si chiama Jovanotti.
E spero vivamente non essere denunciata per questo atto goliardico.
In caso contrario: chiamerò Francesco Salvi [di Luino come il migliore bassista Metal italiano] a difendermi.
Esatto?

La puzza di benzina
mi fa girar la testa
[chiaro richiamo alla *droga dei poveri*:
lui inalava il solvente e Bon Jovi la lacca?]

quando sto su di lei
è proprio la mia festa
[missionario? La posizione del bamboo? L’aratro?
Lui comunque: è sopra]

mi guardo quando passo
sui vetri dei negozi
[complesso narcisistico
e guarda la stradaaa!]

mi accorgo che con lei
mi sento proprio Fonzie
[complesso narcisistico – e delirante]

Lei non è mai gelosa
non è mai preoccupata
per essere sorridente
basta una lucidata
[metafora mitologica: una donna
s’annulla con la Lingua. Sic!]

e quando io la guardo
e penso che è la mia
mi sento il più gasato
pischello che ci sia.
[Possesso batte amore,
sappiatelo!
In intimità lo chiamavamo: sprite!]

Ma lo sai che c'hai una bella moto
stasera voglio uscire con te.
Ma lo sai con quella bella moto
stasera sono tutta per te.
[Moto perpetuo della minchia?
Donne e minigonne non rimano
con gelata e cilindrata]

Sei come la mia moto
sei proprio come lei
andiamo a farci un giro
fossi in te io ci starei.
[apprezzando coniugazione verbale:
complesso narcisistico – delirante d’onnipotenza]

Uno perché a me mi piace andare veloce
[e non è bello cantarlo se si tratta di metafora sessuale]

che quando sali su vedrai poi come ti piace
[lo vedrò? Speriamo! La seconda: all’amazzone?]

due perché con te potremmo andare in giro
col serbatoio pieno e col giubbotto nero
fazzoletto al collo e lo sguardo incazzato
[si chiama chiodo, Loré, chiodo!]

per me una birra media e per te un gelato
[sarà l’unico cono che gusterò? Facciamo a capirci!
Neanche posso bere? Pago io, giuro...]

in giro per il mondo come sopra un razzo
anche se poi abbiamo fatto il giro del palazzo.
[T’hanno ritirato patente?
Ho già capito che la prossima rima in *– azzo*
non sarà: sollazzo...]



Maggiori dettagli...


Share/Save/Bookmark




ChiaraDaino.it © 2011

ARCHIVIO STORICO

28 Aprile 2015 09:19:35
QUELL'OSCENO DI JOVANOTTI


07 Aprile 2015 15:14:12
GENOVA PER VOI: MUGUGNO E GUADAGNO


01 Aprile 2015 23:46:13
QUEL BRUTALLARO DI DANTE


Vedi tutti...